Venerdì dalle 17.00 alle 19.00 - Luca Spadaro - Monza

Il corso

Venerdì dalle 17.00 alle 19.00

Periodo: da ottobre a giugno

Sede di Monza

Costo:
soluzione unica: € 450
in tre rate: € 150 (iscrizione) + € 150 (9 dic) + € 150 (3 mar)

Lezione di prova gratuita: 
Venerdì 16 ottobre 2020

a partire da 450 €
contattaci per maggiori informazioni  
Torna alla pagina del corso

In questo corso...

Gli adolescenti sono creature mitologiche: non più bambini, non ancora adulti. Hanno in loro ancora viva l’energia vitale dell’infanzia ma a questa uniscono la voglia di farsi domande, di raccontare, di raccontarsi, di esplorare la vita che stanno per vivere.

Insegnare teatro a un gruppo di adolescenti è una faccenda per equilibristi, uno de compiti più belli e difficili che possa capitare in sorte a un pedagogo teatrale. 

Non bisogna spegnere la loro indole energica, dispersiva e rumorosa ma allo stesso tempo si devono offrire stimoli all'altezza della loro sconfinata curiosità. Regole e anarchia, compiti complessi e libere improvvisazioni.

Una classe di adolescenti è in grado di creare ad ogni lezione una nuova scena, un nuovo racconto. 

Quello che gli insegniamo è di prendersi cura delle loro creazioni, di non gettarle via ma di farle crescere con pazienza.
E con buona pace degli adulti, si può dire che gli allievi adolescenti faranno ogni cosa meglio dei loro colleghi più attempati…

Giocheremo a raccontare delle storie, a improvvisare delle scene e infine a trasformare delle parole scritte in azioni teatrali.

I docenti

Luca Spadaro

Dalla fine degli anni Ottanta studia recitazione in Italia e Svizzera. Alterna i primi esperimenti di regia al lavoro di tecnico teatrale (attrezzista, datore luci,...). Nel 1993 si trasferisce in Argentina dove scrive i suoi primi testi drammaturgici. Tornato in Europa fonda la Compagnia Teatro d’Emergenza con cui, a tutt’oggi, ha messo in scena più di trenta spettacoli come regista. Dal 2003 si occupa di pedagogia teatrale. Nel 2019 pubblica il libro “L’attore specchio-training attoriale e neuroscienze” (Ed. Dino Audino) Oltre all’attività di regista, drammaturgo e pedagogo sta studiando, insieme a specialisti di vari settori, i legami tra neuroscienze e recitazione