Luca Spadaro

Anno accademico 2021-2022
Adolescenti 14-18 anni, venerdì
Avvicinamento al teatro, martedì
Laboratorio Odissea

Nato a Lugano nel 1970, a partire dal 1987 studia recitazione tra Lugano e Milano. Nello stesso periodo comincia ad impratichirsi dei mestieri del teatro (attrezzista, tecnico luci, tecnico audio) e a studiare da autodidatta i testi dei maestri del teatro.

Nel 1992 debutta come regista teatrale, nel 1996 si trasferisce in Argentina. In quell'anno scrive il suo primo testo teatrale. Nel 1997 comincia a collaborare con la televisione svizzera. La sua carriera di pedagogo comincia nel 2003 e ben presto diventa l'elemento centrale della sua produzione. Ha collaborato e collabora con molte scuole di teatro in Italia e Svizzera, tiene corsi di recitazione nelle scuole elementari del Canton Ticino, ha collaborato con Fondazione Diamante e ONC. Attualmente collabora con l'Accademia di teatro Dimitri (Verscio) e con il Dalle Molle Institute for Artificial Intelligence.

Studia recitazione con Coco Leonardi (Milano, teatro Metamorphosis), Teatro la Maschera (Lugano), Teatro delle Radici (Lugano). Durante la sua formazione lavora come datore luci, attrezzista, assistente di palco per diverse produzioni ticinesi. Oltre agli spettacoli della compagnia è autore della riduzione teatrale del romanzo Trainspotting messa in scena da Teatri Possibili a Milano nel 2004, acting coach nello spettacolo Bar Blues di Federica Bognetti (Milano, Lugano 2011) e consulente in diverse altre produzioni.

È stato direttore di Teatri Possibili Lugano, insegnante e direttore didattico del MAT di Lugano, ha insegnato recitazione in scuole elementari e medie, presso istituti di sostegno per persone disabili e all'Ospedale Neuropsichiatrico Cantonale.

Insegna recitazione per la compagnia Teatro d’Emergenza, presso la Scuola di teatro Binario 7 di Monza e il MTS Milano. Collabora con Accademia di Teatro Dimitri (Verscio, Svizzera).

Tra gli spettacoli più recenti da lui diretti, Cattiverie (2017), Animali notturni (2018), Opinioni di un medico agnostico (2019) e Il calapranzi (2020).