Breve - Massimiliano Loizzi

Il corso

Martedì dalle 20.30 alle 23.30
Periodo: ottobre - febbraio
Sede di Monza

Costo: 
€ 450 soluzione unica
€ 510 in due tranche (€ 255 + 3 dic € 255)

****

Weekend intensivo:
da definire

Saggio finale:
Giovedì 7 febbraio 2019

a partire da 450 €
contattaci per maggiori informazioni  
Torna alla pagina del corso

In questo corso...

LABORATORIO DI TEATRO TRAGICOMICO MUSICALE (E POPOLARE ovvero per tutti) 

Il laboratorio avrà come scopo primario, intrattenere, divertire ed insegnare. Laddove l'insegnamento è frutto di menti esploratrici che si incontrano: da una parte chi trasmette il proprio sapere, dall'altro chi riceve e i posti non sempre sono gli stessi ma spesso interscambiabili. 
Metterà insieme le due esperienze di teatro tragicomico e teatrocanzone, portate negli ultimi due anni alla Scuola delle Arti, così da mettere insieme le due anime del popolare, in bilico fra satira musica e poesia, e permettere a chiunque di potervi partecipare senza alcun vincolo legato alle capacità canore... perchè dopotutto non esistono stonati, esiste soltanto chi non vuol cantare. “Fare o non fare, non c'è provare.” 
Il gruppo sarà il motore del tutto, perché il teatro è fatto sempre di persone e gruppi e non di singoli, un gruppo che cercherò di rendere unito in qualsiasi modo a mia disposizione : le lezioni, i giochi, le prove, gli aperitivi al bar, le serate “extra moenia”, momenti durante i quali spesso nascono le idee migliori e le persone si conoscono, si aprono e imparano a render pregi le proprie debolezze. Ed insieme, con il gruppo, si deciderà quale sarà il testo o i testi da mettere in scena. 
Sarà innanzitutto un momento di incontro e scontro, per raccontare storie con un velo di amarezza, di malinconia, ma soprattutto con l'arma della risata e della poesia, una risata che sempre si accompagna ad una profonda riflessione sulla condizione umana : il tutto accompagnato dalla musica, che lega e unisce mondi apparentementi distanti fra loro. 
Il tutto nel solco tracciato dei maestri che ci hanno preceduto e dai quale ho tratto maggiore fonte di ispirazione per il mio lavoro che cercherò di riportare nel "corso di questo corso", alcuni dei quali ho avuto l'onore di incontrare, con altri il piacere di collaborare e ed altri ancora di ascoltare : Paolo Rossi, Dario Fo, Enzo Jannacci, Giorgio Gaber, solo per citarne alcuni. 
Cercherò di sviluppare durante il corso dei mesi un ensemble che abbia la capacità d'improvvisare come un'orchestra jazz: iI teatro popolare è un teatro d'arte e musicale per tutti che può raggiungere tutti e quindi scopo principale di questo corso, sarà proprio quello di creare la capacità di avere un filo diretto con il pubblico, di avere la capacità continua di poter improvvisare sia dal palco che sul palco che in platea. 
L'attore qui è autore di se stesso narratore della scena cantattore e illusionista.
Con l''unico scopo di sempre: mettere in piedi uno spettacolo più grande più vita stessa! Uno spettacolo dal vivo perché non siamo ancora morti. Per ridere, per resistere, per non morire.

I docenti

Massimiliano Loizzi

Attore. Appena conclusi gli studi superiori, viaggia e vive attraversando, l'Europa come artista di strada. Si forma con Vito Signorile e Franco Damascelli (indimenticato amico e maestro) al Teatro Abeliano di Bari e poi presso la Civica Scuola d'Arte Drammatica Paolo Grassi. Dal 2003 comincia la sua collaborazione con Paolo Rossi nella tournée de “Il Signor Rossi e la Costituzione”, dove è solo al fianco di Rossi, e con il quale negli anni torna a lavorare in svariate occasioni. 
Nel 2004 fonda con Patrizia Gandini la Compagnia dei Mercanti di Storie, di cui è autore e interprete.
Dal 2011 è fra gli attori protagonisti de Il Terzo Segreto di Satira e lavora in svariate produzioni cinematografiche. Ad oggi, in teatro si occupa quasi esclusivamente dei Mercanti di Storie con i quali propone spettacoli di TeatroCanzone in bilico fra satira e poesia, musica e parole ed è perennemente in tournée con Giovanni Melucci, autore delle musiche e degli arrangiamenti.