Lunedì dalle 20.30 alle 23.30

Il corso

Lunedì dalle 20.30 alle 23.30
Sede di Monza

Costo: 
€ 710 soluzione unica
€ 770 pagamento rateale
(iscrizione € 150
3 dic € 124 | 7 gen € 124 | 4 feb € 124
4 mar € 124 | 1 apr € 124)

Corso al completo

a partire da 710 €
contattaci per maggiori informazioni  
Torna alla pagina del corso

In questo corso...

CREATI(Vita)’

"Un oggetto testimonia di se’ nell’immagine che offre, e la sua profondità risiede nella complessità di quell’immagine." James Hillman

Per poter rappresentare la verità in scena occorre vederla e catturarla attraverso la nostra immaginazione, rubarla, farla propria. Il personaggio nasce nel momento in cui lo possiamo immaginare. Si mostra attraverso i suoi comportamenti manifesti, che svelano la sua anima che dietro ad essi si nasconde, e agisce spinto da temi fondativi, che sono motori da cui si muovono tutte le azioni che compirà nell’arco della narrazione, attraverso vettori drammatici. Come noi nella vita ci manifestiamo, in un continuo susseguirsi di comportamenti e azioni più o meno consapevoli, mossi da profonde forze per lo più misteriose, lo stesso accade al personaggio. In ogni suo gesto, respiro, cambio di posizione produce racconto di se’ e del mondo che abita.

Il laboratorio sarà l’occasione di sperimentarsi nella creazione di altro da se’, partendo dalla propria creatività, sviluppando una maggiore consapevolezza ed autonomia di invenzione, attraverso strumenti specifici, legati all’uso dell’immagine e del corpo simbolico come potente attivatore di “benzina interiore”.

L’attore è in grado di fare drammaturgia, ovvero di generare racconto  servendosi di chiare regole per far funzionare in modo organico il suo Autentico Gioco.

Il lavoro si fonda sul metodo di Tecnica Interiore rubare l’anima, consolidato in anni di ricerca dalla regista e pedagoga Cristina Pezzoli, e sui principi base della Biomeccanica Teatrale di Mejerchol’d.

I docenti

Sara Drago

Dopo la maturità scientifica, intraprende il percorso universitario presso la facoltà di Filosofia della Statale di Milano. Nel 2009 decide di seguire professionalmente la strada del teatro e viene ammessa all’ Accademia dei Filodrammatici di Milano, dove incontra grandi maestri come Nikolaj karpov, Cesar Brie, Peter Clough e Riccardo Pradella.

Nel 2011 si diploma e comincia subito la sua attività come attrice, lavorando principalmente sulla piazza milanese, per arrivare al Teatro Stabile di Torino, con cui collabora dal 2015, recitando prima nello spettacolo L’AVARO di Molière, che ha rappresentato l’Italia all’ WUZHEN FESTIVAL 2015 in Cina, e poi nel MISURA PER MISURA di W. Shakespeare, nelle BARUFFE CHIOZZOTTE di C. Goldoni, per la regia di Jurij Ferrini.

Da anni porta avanti produzioni indipendenti con la sua compagnia, Il ServoMuto Teatro, che la vedono impegnata come attrice e coreografa. L’ultima creazione, in coppia con  Michele Mariniello è FANTINE *Quando dal Caos nacque l’Amore, monologo che ha riscontrato un alto gradimento da parte di pubblico e critica.

in collaborazione con 

Marco Rizzo 

Inizia la sua formazione nel 2011 frequentando il primo anno della scuola del Teatro Arsenale di Milano. Nel 2013 si diploma presso l'Accademia dei Filodrammatici di Milano
Partecipa a seminari con Danio Manfredini, Roberto Rustioni, Michele Maccagno e Cristina Pezzoli. Ha lavorato con Marco Baliani, Cesar Brie, Massimiliano Cividati, Andrea Collavino e ha collaborato su progetti specifici con la compagnia Carrozzeria Orfeo.
È socio fondatore della compagnia Il ServoMuto Teatro.