Giovedì dalle 15.00 alle 17.00 - Monza

Il corso

Giovedì dalle 15.00 alle 17.00
Sede di Monza

Costo: 
€ 450 soluzione unica
€ 510 pagamento rateale
(iscrizione € 150 | 3 dic € 120 | 7 gen € 120 | 4 feb € 120)

a partire da 450 €
contattaci per maggiori informazioni  
Torna alla pagina del corso

In questo corso...

Il conflitto nell'età adolescenziale è l’espressione più forte che i ragazzi tra i 14 e i 18 anni usano come affermazione del loro “io nascente”. Non si conoscono e comprendono che il futuro comincia a richiedere il loro essere protagonisti di scelte e decisioni, costruttori del loro percorso di vita. Devono scoprire chi sono e chi vogliono essere, combattere contro i dubbi, scoprirsi uomini nelle relazioni, scontrarsi contro adulti che sembrano non saperli capire, ascoltare ed educare. 
 
Il teatro fatto dai ragazzi è “teatro di condivisione e di presenza”. Si genera tra difficoltà e ingenuità, ma deve essere anche un teatro di possibilità per sperimentare il futuro. Si riscopre il valore del gioco e si mostrano attitudini e potenzialità, ma anche il senso di dovere nel confronto di una scelta e di un gruppo che pretende e richiede presenza, impegno e determinazione. I ragazzi si scoprono creatori di una comunità sorretta dalle condizioni di società che poi dovranno affrontare nel mondo. E senza di loro questo microcosmo implode e crolla.

L'aspetto delle cose varia secondo le emozioni,

e così noi vediamo magia e bellezza in loro:
ma bellezza e magia, in realtà, sono in noi.

Il corso sarà diviso in tre fasi di lavoro:
La prima fase verterà sulla creazione del gruppo attraverso: giochi teatrali sullo spazio e la relazione; giochi sul potenziamento dell’attenzione, della concentrazione e della coordinazione; percorsi sensoriali e improvvisazioni singole e di gruppo. In questa fase si affronta il Teatro come gioco per costruire  le regole del gruppo favorendo  la socializzazione come integrazione delle singole personalità.
 
Nella seconda fase sarà richiesto agli allievi di costruire delle proposte personali intorno al tema di indagine al fine di decidere quanto di se stessi si vuole mettere davvero in gioco. Prendere consapevolezza e scegliere significa lottare contro l'inerzia che ci fa sedere sulle nostre certezze, significa trasformare le nostre fragilità in punti di forza, le nostre caratteristiche in unicità.
 
La terza fase vedrà la realizzazione della messa in scena del lavoro tenendo conto delle necessità e delle proposte del gruppo. Sarà il gruppo a decidere come voler concludere il lungo viaggio di esplorazione, cosa raccontare e mostrare al pubblico. Saranno gli attori a decidere forma e contenuto del regalo che vogliono fare.

I docenti

Valentina Paiano

Attrice, regista e insegnante di teatro. Diplomata presso la scuola di formazione per lo spettacolo Teatri Possibili di Milano nel 2004 seguendo corsi professionali di recitazione e corsi tecnici di canto, dizione, teatro danza, voce, lettura scenica e scherma.  
È Socia fondatrice della scuola di Teatro Binario 7 di Monza, per la quale inoltre insegna in corsi per adulti, adolescenti e bambini. Dal 2006 collabora con la Compagnia La Danza Immobile nell'organizzazione e gestione del Teatro Binario 7 di Monza e dal 2008 al 2011 del Teatro Filodrammatici di Milano sotto la direzione artistica di Corrado Accordino. 
È responsabile di compagnia, assistente alla regia, tecnico luci e audio per le produzioni La Danza Immobile e regista per le produzione di Teatro Ragazzi.