Vanessa Korn

Vanessa Korn si diploma nel 2009 alla Scuola Internazionale di Teatro Arsenale di Milano dove sceglie di studiare per seguire il metodo Lecoq. Lavora con la compagnia del Teatro diretta da Marina Spreafico in tutte le sue produzioni dal 2008 al 2013 affrontando tra gli altri testi di Goldoni, Pessoa e Brecht.
Nel 2009 il Teatro Arsenale produce Pièce per una Conchiglia di cui è interprete e regista.
Lavora come attrice diretta da Elio De Capitani, Bruno Fornasari, Riccardo Magherini, Antonio Sixty, Emilio Russo, Alberto Oliva,  Fabrizio Visconti, Claudia Negrin, Gabriele Scotti, Silvia Giulia Mendola e Chiara Petruzzelli  in produzioni dei teatri Elfo Puccini, Filodrammatici di Milano, Litta , Tieffe-Menotti e altri. 
Interpreta tra gli altri i ruoli di Nastenka in Notti Bianche di Dostoevskij, di Giulietta in Romeo e Giulietta e di Marilyn Monroe in uno spettacolo di Cinzia Spanò sulla vita dell'attrice.
Scrive e dirige Anton, Scherzo in un Atto , monologo sulla vita e le opere di Anton Cechov interpretato da Stefano Cordella, col quale vince una menzione speciale alla borsa di lavoro dell'Accademia dei Filodrammatici.
Con la compagnia Oyes debutta con Va Tutto Bene , regia di Stefano Cordella, drammaturgia collettiva.
E' finalista al premio Hystrio alla vocazione 2014.
Dall'agosto 2014 comincia un percorso di ricerca con Oscar de Summa ospitati da Agriteatro e da Armunia.
Nel febbraio 2015 debutta con Morte di un commesso viaggiatore di Artur Miller, con la regia di Elio De Capitani, produzione Teatro dell'Elfo.
A Parte Me è il suo primo monologo scritto diretto e interpretato da lei, prodotto da Crisalidi (Piacenza) , con il quale porta in scena la sua necessità di dare voce al femminile più intimo e antico che sopravvive in ogni donna.
Unisce al lavoro di attrice quello di insegnante di teatro, esperienza che arricchisce il suo percorso di crescita artistica, personale e di ricerca.